Il 27 Maggio, spazio anche alle MTB con un percorso di 45 Km che aderisce alla campagna A.Mo.Do. Tra natura e storia, il percorso si snoderà su strade prevalentemente sterrate, per conoscere e ammirare i panorami e la bellezza dei luoghi simbolo del nostro territorio.

L’iscrizione è gratuita

Si richiede un minimo di dimestichezza nella guida della MTB e l’uso imprescindibile del casco

  • Raduno e iscrizioni dalle ore 7.30 alle 8.45 presso Palazzo di Città – P.zza Pasquale Festa Campanile
  • Transfert dalle 8.45 alle 9.00 da Palazzo di Città al Castello Federico II di Svevia
  • Partenza alle ore 9.00 dal Castello Federico II di Svevia

Possibilità di pranzare e usufruire del servizio doccia a soli 7 euro.

Il 27 Maggio, spazio anche alle #MTB con un percorso di 45Km A.Mo.Do. tra natura e storia.Il percorso si snoderà su strade prevalentemente sterrate, per far ammirare la bellezza dei nostri panorami e dei luoghi simbolo del nostro territorio.👉Iscrizione gratuita, si richiede un minimo di dimestichezza nella guida della MTB, uso imprescindibile del casco. Possibilità di pranzare e fare la doccia a soli 7€.NON MANCATEwww.laviadeitemplari.it

Pubblicato da Team 010 Bike – Melfi su lunedì 14 maggio 2018

 

Il percorso

45 km nel territorio di Melfi e Rapolla, su trade sterrate e sentieri scarsamente trafficati, tra natura e storia, tra boschi e colline alla scoperta di luoghi silenziosi e poco conosciuti.

Dal Castello Federico II di Svevia, attraverso le strade e i vicoli del centro storico, ci dirigiamo verso altri due monumenti simbolo della città, la Cattedrale e la Porta Venosina. Tappa, poi, al belvedere dei Cappuccini, per ammirare tutta la maestosità della città fortificata.

Usciamo finalmente sullo sterrato procedendo attraverso i boschi, alle falde del Monte Vulture, per raggiungere la chiesa rupestre di Santa Lucia. Il percorso procede tra gli ulivi e, dopo un breve single track, giunge alla Via Appia (riconoscibile anche dal tipico basolato romano) nell’area in cui venne ritrovato lo splendido sarcofago ora custodito nel Castello di Melfi.

Sosta presso la Fontana Teora (anche detta Fontana del Fico) per poi ripartire, sempre sulla via Appia, per risalire le colline fino a raggiungere la Chiesa della Madonna di Macera.

Dopo un piccolo ristoro, la ciclopedalata prosegue sulle colline a Nord della città di Melfi per raggiungere il bosco “La Frasca”, polmone verde che nasconde i resti di un altro splendido basolato in stile romano e un suggestivo laghetto naturale, sconosciuto anche a tanti melfitani.

Attraverso gli alberi si giunge, infine, alla Chiesa dell’Incoronata per poi rientrare a Melfi.

Il tracciato

Questa la traccia del percorso che potrebbe subire piccole variazioni in base alle condizioni meteo e stradali.
Buon divertimento!

Scarica la traccia da Openrunner